Pasta e Farina con glutine anche per celiaci rivoluzione in cucina

PASTA E FARINA CON GLUTINE ANCHE PER CELIACI: SCOPRIAMO QUESTO SCONVOLGIMENTO IN CUCINA

Il cosiddetto New Gluten World è un innovativo procedimento che disintossica il glutine e lo rende compatibile a tavola anche per i celiaci. L’artefice di questa rivoluzionaria scoperta, e del processo alimentario che ne consegue, è l’Università di Foggia.

È noto che tutti i celiaci e intolleranti al glutine, in forma più o meno grave, e quindi chiunque sia affetto da morbo celiaco, non possa in alcun modo avvicinarsi a pasta e farine varie. Il New Gluten World ribalta completamente questo concetto, agendo sul glutine con una vera e propria detossicazione ma senza intaccare la proprietà della farina. Il risultato? Anche per i celiaci diviene cibo commestibile.

Gli esperti parlano di Rivoluzione in cucina

Carmela Lamacchia, docente dell’Università di Foggia, nonché iniziatrice di questo innovativo progetto, ne parla come di un’invenzione rivoluzionaria.
Il processo chimico che sta alla base è tanto semplice quanto affascinante nel risultato finale. Vengono, infatti, detossificati dal glutine, tutti gli alimenti che lo contengono e generano intolleranza ai celiaci. Lavorando su questo progetto, grazie ai primi esperimenti si è presto giunti a risultati certi che hanno consentito di rendere gli alimenti stessi, commestibili e di conseguenza commercializzabili anche nel mondo dei celiaci. Una vera rivoluzione a tavola per chi ha sempre dovuto rinunciare a pasta e farina. I riconoscimenti non hanno tardato ad arrivare, tanto che il New Gluten World ha vinto il Premio Nazionale Innovazione 2015 con il riconoscimento di migliore startup.

Il glutine non viene eliminato dai cereali ma reso salubre per i celiaci e non più tossico.

Il segreto del New Gluten World è la cottura

In ogni procedimento chimico bisogna individuare ciò ne consente la riuscita. In questo caso, se paste e farine si rendono commestibili anche per celiaci, il processo scoperto è molto semplice.
Prima della molitura del grano, si effettua un passaggio ad altissima temperatura in forno a microonde e per breve tempo.
Le alte temperature, cui è sottoposto il grano, consentono di modificare le molecole delle proteine contenute nel glutine. Sono quelle a essere tossiche e a causare intolleranza e infiammazione nelle persone con morbo celiaco. Pertanto il glutine non viene eliminato dai cereali ma reso salubre per i celiaci e non più tossico.
L’intento del gruppo di ricerca dell’Università di Foggia non è quello di produrre e vendere le farine stesse ma di commercializzare con licenza piena tutto il pacchetto tecnologico. Questo è quanto asserito dal capo gruppo della ricerca, la professoressa Carmela Lamacchia.

Prima della molitura del grano, si effettua un passaggio ad altissima temperatura in forno a microonde e per breve tempo.

Molino Casillo Spa: partner industriale

Sono già state fatte le sperimentazioni in laboratorio su cellule linfocitarie appartenenti a celiaci e nel 2016, in collaborazione con l’Università di New Hampton, si è passati dal “vitro al vivo” su pazienti malati di celiachia. La Molino Casillo Spa ha fornito un sostegno economico alla ricerca, come partnership, investendo circa un milione e mezzo di euro. I risultati sono arrivati subito grazie a una proiezione netta verso il futuro e il cambiamento. Senza una mente imprenditoriale aperta, questa rivoluzione per celiaci non sarebbe mai avvenuta, specie nel Sud.

Nel 2017 arriverà il New Gluten World sul mercato

Carmela Lamacchia informa che per arrivare alla fase di commercializzazione manca davvero poco. Quello cui si mira, vendendo tutto il pacchetto tecnologico, è stimolare i produttori a creare nuovi prodotti per differenziare la dieta dei celiaci. Non più solo pasta di riso, cereali, mais ma grano senza glutine tossico.
La rivoluzione in cucina per celiaci è solo all’inizio.

 

Sorry, the comment form is closed at this time.