Ricetta dei Biscotti senza Uova e senza Farina

Se avete bisogno di alcuni biscotti per celiaci, da preparare in pochi minuti, allora la ricetta di questi dolcetti è quella che fa per voi. Questa ricetta è anche adatta ai vegani, poiché oltre ad essere priva di farina è anche senza uova. Andiamo a vedere quali sono i pochi ingredienti che servono per preparare i Biscotti senza Uova e senza Farina e il procedimento per cucinarli.

Ingredienti

  • Zucchero a velo 150 g circa
  • Farina di mandorle 250 g
  • Limone 1
  • Lievito per dolci 1 cucchiaino

Biscotti senza uova e senza farina: come prepararli

Il primo passo per preparare i Biscotti senza Uova e senza Farina è prendere un limone, spremerne tutto il succo, che servirà per l’impasto e conservarne la buccia. In seguito bisognerà versare in una ciotola 130 grammi di zucchero a velo setacciato, la farina di mandorle, la scorza e il succo di limone e il lievito per dolci. Una volta finito di versare gli ingredienti, dovremo cominciare ad amalgamare l’impasto con una forchetta, in modo che non si formino grumi. Quando il composto ci sembrerà abbastanza omogeneo, potremo cominciare ad impastare il tutto con le mani. Quando l’impasto sarà morbido ma allo stesso tempo leggermente appiccicoso, allora potremo metterlo in frigo con la ciotola, dove lo lasceremo riposare per 30 minuti circa, ricordando di coprirlo con un po’ di pellicola.

Cottura

Per cuocere i Biscotti senza Uova e senza Farina, dovremo bagnare i nostri polpastrelli nell’acqua e formare con il nostro impasto delle palline di circa 30 grammi ciascuna. Fatto questo, dovremo rotolarle nello zucchero a velo e schiacciarle leggermente con un dito. In seguito, dovremo preparare una teglia, coprendola con della carta da forno, su cui andremo ad adagiare le nostre palline di impasto. Dovremo cuocere i Biscotti senza Uova e senza Farina in forno statico a 180 gradi per 15 minuti circa oppure per 7 minuti in forno ventilato a 200 gradi. E’ bene ricordare che bisogna rimuovere i biscotti dalla teglia solamente dopo che si siano raffreddati, altrimenti rischieremmo di romperli.

INSERISCI UN COMMENTO