Spesso dieta vegetariana e dieta vegana vengono confuse fra loro. In realtà le differenze fra le due diete sono parecchie e l’unico punto di incontro fra i due regimi nutrizionali risiede nell’eliminazione dalla dieta della carne e del pesce. Questa caratteristica, peculiare della dieta vegetariana, si estende, in quella vegana, a tutti i prodotti di origine animale. Essere vegani, dunque, significa eliminare dalla tavola anche latte, formaggi e latticini in genere e uova. Anche per quanto riguarda lo stile di vita esistono dei must ben precisi che escludono i vegani dall’acquisto di indumenti e oggetti in pelle, in lana o in seta.

La dieta senza glutine viene seguita rigorosamente dai soggetti celiaci, ossia intolleranti al glutine. La Celiachia è un'infiammazione dell'intestino tenue che avviene tutte le volte che il soggetto celiaco ingerisce il glutine. Il glutine è una proteina presente nel grano, nei cereali, nel frumento, nella segale e nell'orzo. Un sano regime alimentare, che consiste nell'eliminazione del glutine dai pasti quotidiani, permette di tenere sotto controllo la malattia e di non compromettere l'intestino.

La dieta paleo, detta anche dieta paleolitica perché si basa sull'assunzione di alimenti utilizzati nell’Età della Pietra, è di gran moda in questi ultimi anni e vanta, a detta dei suoi sostenitori, proprietà dimagranti e benefici sullo stato di salute di chi la pratica. I fautori di questo ritorno alle origini sottolineano, infatti, che l’utilizzo di alimenti non allevati, coltivati o sottoposti a lavorazione ma,

Nata negli Stati Uniti negli anni ’90 da uno specialista di terapie anti-tumorali e di controllo dietetico delle risposte degli ormoni, la cibo-dieta-zonadieta a zone è attualmente seguita da parecchi atleti della squadra nazionale olimpica degli USA. Ma cosa sono le zone? Viene definita zona il picco massimo di efficienza sia fisica sia mentale che tale dieta aiuta a raggiungere e a mantenere.