Gelato World Tour: vince il “Pistacchio”

Si è tenuta a Rimini la finale mondiale del Gelato World Tour. La gara è organizzata da Carpigiani Gelato University e Sigep – Italian Exhibition Group e la giuria che ha decretato il vincitore era composta da 47 membri, fra cui chef, giornalisti, esperti di gelato e alcuni gelatieri campioni del mondo, fra cui Giancarlo Timballo e Sergio Dondoli. Tanti nomi illustri quindi, riuniti per decretare il gelato vincitore, capace di stuzzicare le papille gustative della giuria. Andiamo a vedere chi si è aggiudicato il podio.

Vincitore del Gelato World Tour

Il Gelato World Tour è stato vinto da Alessandro Crispini della gelateria Crispini di Spoleto, che ha sede a Perugia. E come meravigliarsi se proprio una delle città più importanti nel campo dell’industria dolciaria si è aggiudicata il premio. A vincere non è stato però un gelato al cioccolato, ma al Pistacchio chiamato per l’appunto “Pistacchio”. Per realizzare la prelibatezza Alessandro Crispini ha adoperato tre tipi di pistacchi, provenienti da Bronte, Raffadali e della Valle del Platani ad Agrigento. Anche la scelta dei prodotti per dolcificare il gelato non è stata lasciata al caso, poiché i pistacchi dopo essere stati tostati per 24 ore sono stati poi scottati con zucchero e bacche di vaniglia del Madagascar.

Secondo e terzo posto

Al secondo posto, sul podio del Gelato World Tour, troviamo un gelato dal nome molto particolare: questo si chiama “Tributo alla Serenissima”. Questo è stato preparato da Guido e Luca De Rocco, della gelateria Eiscafé De Rocco a Schwabach, situata in Germania. Il “Tributo alla Serenissima” è un sorbetto di uva fragola e noci caramellate. Il terzo posto è invece di una gelateria colombiana. Questo gusto si chiama  “Amor-Acuyà” ed è stato creato da Daniela Lince Ledesma di Medellín. In questo gelato era presente il frutto della passione, dalle note dolci e aspre. In aggiunta era possibile trovare la panna e il cioccolato colombiano al 65%.

INSERISCI UN COMMENTO