Fare il pane – la ricetta base

Questa ricetta è probabilmente ciò che mancava: semplice, veloce e con pochi ingredienti, per ottenere un ottimo pane a casa vostra.
Consiglio a chi desidera migliorare ulteriormente il risultato finale di attenersi ai suggerimenti indicati alla fine della ricetta, in particolar modo è importante effettuare più di una “piega” (folding) affinché il glutine non collassi, dato che la farina utilizzata (tipo 2) è molto debole e, dopo pochissimo tempo di lievitazione, l’impasto si “siede”.

Pane a lievitazione naturale (con pasta madre)

  • Difficoltà Facile
  • Tempo necessario 40 min
  • Tempo di lievitazione 12h+1h
  • Quantità Circa 1,5kg di prodotto finito
  • Accessori Impastatrice, forno.

Ingredienti

Procedimento

 

 

 

 

 

 

 

Alcuni accorgimenti che possono migliorare il risultato finale

  • Praticando nuovamente la formatura della pagnotta gli ultimi 15 min. di lievitazione il pane si svilupperà maggiormente in altezza. Si può ad esempio arrotolare su se stesso, come un salame, ma con delicatezza.
  • La cottura su piani molto caldi (teglia o meglio ancora pietra refrattaria) genera un maggior sviluppo e un alveolatura più grande.
  • Durante gli ultimi dieci minuti di cottura è opportuno socchiudere leggermente lo sportello del forno, ad esempio inserendo un coltello, affinchè il vapore esca e si formi la crosta.
  • Tutte le pieghe e i folding vanno praticati sempre nello stesso senso e mai invertiti: pena il ridotto sviluppo del pane.
  • L’acqua non andrebbe inserita tutta insieme ma un 20% successivamente (si ottiene così una maggiore idratazione).
  • La farina andrebbe precedentemente setacciata (se non si riesce con il setaccio, si può areare facendo girare la stessa nell’impastatrice a velocità sostenuta per 1 minuto.
  • L’olio è facoltativo, ma se aggiunto migliora il sapore e la morbidezza.
  • È opportuno ruotare il pane gli ultimi 10 minuti di cottura affinchè la cottura sia omogenea.
  • Il lievito naturale impiegato ha un idratazione del 100%, ovvero 50% di sostanza secca (farina) e 50% di acqua. Impiegando un lievito più asciutto andrà impiegata più acqua nella ricetta..
  • Nel corso della cottura è opportuno inserire un pentolino d’ acqua affinchè produca vapore, lo stesso andrà però tolto gli ultimi 10 min. di cottura (quando il forno si mette in fessura).

Non hai ottenuto il risultato sperato?
Consulta la pagina “Il pane: difetti, cause, rimedi”

INSERISCI UN COMMENTO