Il porridge di avena, un cibo proteico eccellente

  1. Home
  2. Cibo e Benessere
  3. Il porridge di avena, un cibo proteico eccellente

Il porridge di avena, un prezioso alleato per la salute

Originario del Nord Europa, il porridge con farina di avena negli ultimi anni ha conquistato sempre più estimatori grazie alle sue qualità nutrizionali eccellenti. Ottimo per fare il pieno di energia mattutino ma versatile e adatto anche al salato, sta tornando alla ribalta anche se in realtà possiamo dire che è un evergreen per chi sceglie una vita sana ed equilibrata. Scopriamo nel dettaglio storia, benefici e varianti di questa gustoso cibo proteico.

Le origini del porridge

Le prime tracce di porridge risalgono all’Inghilterra medievale, dove i braccianti agricoli lo consumavano per colazione. Si trattava di una zuppa povera a base di avena integrale macinata o in fiocchi, cotta a fuoco lento in acqua per ore. Forniva energia, proteine e fibre per affrontare una dura giornata di lavoro nei campi. Nel corso dei secoli la tradizione si diffuse nei paesi nordici, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove il porridge è diventato un must della colazione in Nord Europa e Regno Unito.

Fonte di proteine vegetali e non solo

100g di porridge apportano circa 130 calorie. È ricco di carboidrati complessi (70%), proteine vegetali (10%), fibre (3-4g), sali minerali quali magnesio, fosforo, zinco, ferro e calcio. Le vitamine? Soprattutto del gruppo B. Il segreto però sta nell’avena, grano ricco di beta-glucano, una fibra solubile dalle mille proprietà.

Benefici cardioprotettivi dell’avena

Il betaglucano dell’avena si lega al colesterolo “cattivo” nell’intestino, impedendone l’assorbimento fino al 10%. Ciò contribuisce ad abbassare i livelli ematici di LDL, riducendo il rischio cardiovascolare.

Il porridge per il controllo della glicemia e sazietà

Con un indice glicemico di 35-53, il porridge fornisce energia in modo graduale e prolungato. Inoltre le fibre causano un senso di sazietà duraturo, utile per chi desidera perdere peso in modo naturale.

Proprietà dell’avena: azione antitumorale e difese immunitarie

Gli antociani presenti nell’avena hanno proprietà antitumorali e antinfiammatorie e aiutano nella prevenzione di diverse patologie serie. Il betaglucano invece stimola la produzione di globuli bianchi e fattori protettivi, rafforzando le difese immunitarie.

Benefici per pelle, unghie e capelli

Grazie a biotina e cheratina, l’avena mantiene sani capelli, unghie e idrata la cute. Un toccasana beauty 100% naturale.

Come vediamo, il porridge è davvero una miniera di nutrienti essenziali per il nostro benessere.

Come si fa il porridge? La ricetta base

Cuocere a fiamma dolce 1 parte di fiocchi d’avena in 2 parti di latte scremato o parzialmente scremato (rapporto 1:2) o/e acqua.
Mescolare frequentemente per 10-15 minuti fino a consistenza cremosa. Un pizzico di sale esalta il sapore.
Ottimo anche prepararlo con una bevanda vegetale, volendo sempre di avena  o del gusto che più preferite per una versione veg. I fiocchi di avena integrale sono meglio di quelli raffinati in quanto più ricchi di fibre e nutrienti.

Porridge dolce, merenda o colazione golosa

Frutti di bosco, banana e gocce di cioccolato rendono il porridge gustoso e colorato. Un cucchiaino di miele o marmellata aggiunge dolcezza naturale ma attenzione allo zucchero! Per uno spuntino goloso, provare l’aggiunta di mandorle, nocciole tritate o granola .

Porridge salato: una variante interessante

Uova, formaggio spalmabile vegetale, salmone affumicato, hummus o verdure grigliate donano sapori mediorientali o mediterranei. Per un pasto completo, condire con spezzatino o polpette di carne o proteine vegetali. Esistono molte versioni salate che nel corso del tempo vi proporremo.

Consigli

Scegliere avena integrale aumenta l’apporto benefico e si sposa ancora meglio con bevande vegetali per vegani o intolleranti. È bene fare attenzione alla quantità di zucchero aggiunto, è essenziale e la scelta di usare quello di canna dona un tocco rustico coinvolgente. È bene conservare il porridge in frigo 3 giorni al massimo. Riscaldarlo lentamente prima di gustarlo nuovamente!

Versatile, salutare e gustoso, il porridge ha tutte le carte in regola per diventare un’abitudine gustosa e sana. Merita davvero di essere assaporato ogni giorno, per iniziare al meglio la giornata con slancio e leggerezza.

Nei prossimi articoli verranno proposte ricette alternative ma anche più classiche per gustare questo strepitoso alleato della salute!

CONDIVIDI L’ARTICOLO

LEGGI ANCHE

Aldo Bongiovanni

Ho una grande passione per l’alimentazione naturale, per la panificazione, per…

ARTICOLI RECENTI

Menu