Panettone di Farro con pasta madre VEGAN (senza zucchero, uova e latticini)

  1. Home
  2. Pane e lievitati
  3. Panettone di Farro con pasta madre VEGAN (senza zucchero, uova e latticini)

Panettone fatto in casa? Certo che sì!

Ricetta di Aldo Bongiovanni

La ricetta che ti propongo oggi è un’interessante alternativa al panettone classico per via del suo profilo nutrizionale.
Il farro è una fonte importante di fibre e di minerali come il ferro e il magnesio. Favorisce la salute dell’intestino, del sistema nervoso ed immunitario.  Il magnesio, presente in misura elevata, facilita l’utilizzazione dell’insulina e migliora l’attività contrattile dei muscoli, evitando così la comparsa dei crampi (molto utile agli sportivi).
Vediamo ora, passo passo, come preparare il nostro Panettone di Farro con pasta madre senza aggiunta di zuccheri raffinati, uova e latticini.

Panettone di Farro con pasta madre VEGAN

Senza zucchero, uova e latticini
Stampa ricetta Condividi
Preparazione16 ore
Cottura40 minuti
Porzioni1 panettone da 500g

STRUMENTI

Ingredienti

PRIMO IMPASTO

SECONDO IMPASTO

Istruzioni

PRIMO IMPASTO

  • Miscelo il succo di mela e quello di limone, sciolgo la pasta madre e aggiungo la farina. Impasto per bene alcuni minuti e non appena gli ingredienti si saranno legati, aggiungo la margarina ammorbidita. Impasto nuovamente finché avrò ottenuto un impasto liscio, omogeneo ed elastico.
    Chiudo quindi il contenitore con della pellicola trasparente e lo lascio riposare in una zona calda per una notte (12 ore circa).

SECONDO IMPASTO

  • Il giorno successivo riprendo l’impasto e aggiungo gli ingredienti previsti (ad esclusione dell’uvetta e della margarina), lavorando tutto per bene. Quando sarà nuovamente liscio e omogeneo, aggiungo la margarina ammorbidita e in ultimo l’uvetta.
    Con le mani unte di margarina, dispongo l’impasto nel pirottino. Lo ripongo nel forno spento insieme ad una pentola di acqua calda (50°C) e lo faccio riposare per 2 ore. Infine inforno a 180°C per 10 min., poi a 170° per 10 min. ed infine a 150° per altri 20 min.

ASCIUGATIRA

  • Anche questa è una fase importante. 
    Infilzo il panettone alla base con degli stecchini di legno oppure con delle forche apposite a metà altezza. Lo appendo capovolto per almeno 2 ore. (Puoi aiutarti con due pentole.)

Note

  • Per questa ricetta suggerisco l’utilizzo dell’impastatrice.
  • La superficie del panettone andrebbe ricoperta con della carta da forno unta non appena comincia a diventare leggermente scura (a me lo è diventata dopo 10 min.).
  • Prima di cuocere è importante praticare un taglio a croce in superficie spennellandolo con della margarina fusa.
  • La farina di fave serve per rafforzare il glutine di questa farina che è molto debole, ma può anche non essere aggiunta.
  • Il succo d’uva concentrato si può sostituire con dello sciroppo d’acero o d’agave 
  • Un risultato eccellente si ottiene aggiungendo la vitamina C pura, ne basta una briciola nel primo impasto (tanto per regolarsi se ne usa 3g per quintale di farina!).
  • L’uvetta è stata volutamente aggiunta senza farla ammorbidire (è più dolce).

CONDIVIDI L’ARTICOLO

LEGGI ANCHE

Aldo Bongiovanni

Ho una grande passione per l’alimentazione naturale, per la panificazione, per…

ARTICOLI RECENTI

Menu